CORPO ELETTRICO SOPRA LO SPIRITO

Aroma sensuale nell’aria
Una scia di viole
Una scia di parole
Un volo, e via…

Affiorano artigli brillanti dal mare
Ahimè! La regina è scomparsa
Mio dio, l’ho persa!
Saprò ancora amare?

Luccichio abbagliante tra le nuvole
È ciò che ne rimane
Un dolore immane
E il petto che duole….

Parlo ai fantasmi lussuriosi
Che sorreggono il suo feretro
Ombre di vetro
Sguardi odiosi…

Al riparo! La passione svanirà
Il cielo cadrà
L’amore finirà
La notte arriverà…

Corpo elettrico sopra lo spirito
Scalzato da emozioni a buon mercato
Da un pianto senza fiato
Di un cuore sfinito…

Cerco ispirazioni grottesche sotto il cielo
Perdio! Com’era buono il suo odore
E come lacera il dolore
Quasi la morte anelo…

E la luce che l’accarezzava
O mia regina
Mia gentile bambina
Le mie lacrime come lava…

Io fuori controllo
Nessun senso del pericolo
Nell’ebbrezza scivolo
E mi annullo…

Quante volte ancora
lascierò la mia casa
per ritrovare la mia sposa
Ancora, ancora ed ancora…

Notorius – Altri Lavori

Immagine di: http://www.flickr.com/photos/poster2602/