PIACERE, SON GANO

piacere-son-gano

di Gano

Torno ad ascoltare
Le parole del cuore
Il gusto e l’odore
Dell’arte d’amare


Mi perdo nel sole
Abbraccio l’abbaglio
Di certo non sbaglio
Tentare non duole

Il vento carezza
Sbatte un cancello
Cinguetta l’uccello
L’orecchio mio apprezza

Bicchiere di vino
Lontano il casino
Mi metto supino
Son come un bambino

Poi lei s’avvicina
La gonna cortina
È proprio carina
Si chiama Sabrina

Allungo la mano
Si gira e sorride
Mi guarda e mi uccide
“Piacere, son Gano”.

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...