SOLITARIO

solitario

di Gano

Serata sul divano
Televisore spento
Mi basta la mia mano
Inizia il movimento

Ripenso all’altra sera
Gigliola si chiamava
Sui cinquanta, donna vera
La schiena mi baciava


Ricordo poi Priscilla
M’accarezzava piano
Appesa alla mia anguilla
Mi sussurrava “oh Gano!”

L’ascesa è incominciata
Adesso chiudo gli occhi
Susanna, mia adorata
Solo per me ti tocchi

Amiche, amanti e figlie
Tantissime ne ho amate
Di strada meraviglie
Di letto mie adorate

Disteso sul divano
Ricordo piano piano
Esperta è la mia mano
Son solo insieme a Gano.

Annunci

Lascia un commento

Non c'è ancora nessun commento.

Comments RSS TrackBack Identifier URI

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...